La videointervista | Ragazzo violentato e ferito a Napoli. I parenti del fermato: «E' un bravo ragazzo. Stava solo scherzando»

di Nico Falco





Parlano con rabbia ed enfasi i parenti del 24enne indagato per la violenza sul ragazzino. Dicono che si è trattato di uno scherzo finito male, un gioco finito in tragedia. Lo sostengono con forza i parenti del ragazzo attestato, accusato di aver causato lesioni all'intestino di un 14enne con un compressore da autolavaggio.



GUARDA IL VIDEO







Pur non sminuendo la gravità del fatto, i parenti del giovane ci tengono a precisare che non si è trattato di un abuso sessuale. "Hanno fatto, - dicono, - una enorme stupidaggine ed è giusto che tutti quelli che vi hanno preso parte paghino, ma che paghino il giusto. Non è un tentato omicidio né altro, sono tutti bravi ragazzi che si prendevano in giro tra loro. Non hanno capito che il compressore, con quella potenza, avrebbe fatto danni. Per loro era un gioco".
Giovedì 9 Ottobre 2014, 12:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP