Coppa America/Asfalto a zig zag tra
le auto. I cittadini: «Un disastr

A+ A- Stampa
NAPOLI - Tombini coperti, asfalto steso a zig zag tra le auto parcheggiate e un dislivello tra marciapiedi e strade che mette a rischio caduta i pedoni. Corso Vittorio Emanuele, a Napoli, si è presentato così oggi e proteste e lamentele dei cittadini della strada montano sui social netwok, Twitter e Facebook, dove sono state postate numerose fotografie.

I lavori di pavimentazione sono iniziati nel pomeriggio di ieri e, lamentano i cittadini nei commenti, «in quattro ore hanno compiuto un disastro». La pavimentazione è stata eseguita per conto del Comune di Napoli e la strada, in occasione della America's Cup World Series, servirà a collegare due punti diversi della città, da piazza Mazzini fino a Mergellina. Le strisce blu, dove era possibile parcheggiare le auto, sono state coperte nella mattinata di ieri, in seguito sono stati fissati i cartelli di rimozione forzata per indicare il divieto di sosta, ma non sono comparsi avvisi, fanno sapere gli abitanti della strada, che annunciassero i lavori di pavimentazione. L'asfalto è stato quindi steso «dribblando» le auto in sosta, e quando queste si sono spostate sono rimaste ampie zone non ricoperte. Non solo: alcuni tombini sono stati parzialmente coperti dall'asfalto, altri completamente.
domenica 25 marzo 2012 - 20:51
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?

CONDIVIDI L'ARTICOLO

DIVENTA FAN DEL MATTINO