Benevento, indagato il presidente del Tribunale Cristino

BENEVENTO - Il presidente della Commissione tributaria provinciale di Foggia, Michele Cristino, che è anche giudice della terza sezione della stessa commissione e fino a pochi giorni fa presidente del Tribunale di Benevento, è stato interdetto per 12 mesi dal ruolo di giudice tributario. Il provvedimento interdittivo, notificato dai finanzieri del Nucleo di pt di Bari, è stato emesso dalla magistratura foggiana.
La misura cautelare personale è stata notificata al termine di un'indagine per falso in atto pubblico, rivelazione di segreti d'ufficio ed abuso d'ufficio, legate all'ultimo esame per l'abilitazione all'esercizio della professione di 'Dottore commercialista ed esperto contabilè tenutosi a Foggia. Cristino era membro della commissione esaminatrice. Quattordici gli indagati, tra cui componenti la commissione (compresi docenti universitari) e candidati.

Il giudice Cristino, ora a riposo, è stato fino al 31 dicembre scorso presidente del Tribunale di Benevento, e prima ancora presidente della Corte d'assise di Foggia e giudice della sezione lavoro della Corte d'appello di Bari. L'indagine - secondo la Guardia di Finanza - ha permesso di svelare l'esistenza di un presunto sistema illecito attraverso il quale alcuni candidati all'esame di Stato per commercialista hanno superato le prove previste (tre scritti e l'orale), ricorrendo all'aiuto di diversi soggetti, sia interni sia esterni alla commissione di esami (i cosiddetti 'solutorì che svolgono le tracce d'esame e le trasmettono ai candidatiinteressati).
È stato accertato infatti - secondo l'accusa - che alcuni componenti la commissione, a vario titolo, hanno svelato le
tracce d'esame e si sono accordati con i candidati e i loro emissari per le interrogazioni orali, falsificando quindi anche
i verbali di commissione.
Mercoledì 4 Gennaio 2017, 18:42 - Ultimo aggiornamento: 04-01-2017 18:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP