F. De Luca

Diego e il nuovo Napoli, perché restare separati?

di F. De Luca
Si contano le ore all'evento del San Carlo, lo show di lunedì «Tre volte 10» che rievoca i trent'anni dallo scudetto dell'87 e che vedrà sul palco del teatro il più grande artista del calcio mondiale: Diego Armando Maradona.
Sembra che in platea non ci saranno dirigenti, tecnico e giocatori del nuovo Napoli, quello che è tornato ad alti livelli in serie A e che si prepara per le supersfide con il Real Madrid in Champions. E sembra che Diego domenica, in occasione di Napoli-Pescara, non sarà al San Paolo.
Maradona e questo Napoli - che resta il suo Napoli perché è inimmaginabile pensare che la storia, bella e brutta, precedente al 2004 sia da mettere in soffitta come i libri che non si leggono più - devono essere in simbiosi. Dunque, Diego domenica al San Paolo e il Napoli lunedì al San Carlo: questa sì che sarebbe una Festa.

 
Giovedì 12 Gennaio 2017, 10:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti


QUICKMAP