«Offerta per la festa», ma era racket: arrestato

Chiede il pizzo «per la festa», arrestato dalla squadra mobile. Ai domiciliari è finito Aniello Bizzarro, un 31enne di Maddaloni. Su richiesta della procura di Santa Maria Capua Vetere, il gip ha ordinato l’arresto dell’uomo con l’accusa di estorsione continuata. Secondo quanto reso noto, nella seconda metà del mese di gennaio Bizzarro si è presentato presso una rivendita di frutta e verdura e, dopo una richiesta iniziale di «un contributo per la festa di Caserta», si è prima adirato per l’esigua cifra offerta e poi, millantando collegamenti con un clan camorristico locale, ha
preteso altro denaro dal commerciante a titolo estorsivo, spiegando che ciò sarebbe servito a garantire la sua «protezione» all’esercente. Con le minacce è riuscito a farsi consegnare circa 500 euro. 
Lunedì 11 Settembre 2017, 20:40 - Ultimo aggiornamento: 11-09-2017 20:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP