Sasso dal cavalcavia, auto presa
in pieno: panico sulla Domitiana

di Pierluigi Benvenuti

  • 320
Si è sfiorata la tragedia nel primo pomeriggio di oggi. Un sasso lanciato dal cavalcavia ciclabile e pedonale realizzato luingo il tratto urbano della Domiziana ha sfondato il lunotto posteriore di un'autovettura in transito.  Per fortuna, il conducente dell'utilitaria, un giovane di Mondragone in quel momento solo a bordo del veicolo, se l'è cavacata soltanto con un grande spavento ma non non ha riportato nessuna conseguenza fisica. L'episodio è stato immediatamente denunciato ai carabinieri della locale stazione. Immediatamente si sono riaperte le polemiche sull'utilità e sulla sicurezza del cavalcavia, ancora non aperto all'uso dei pedoni e dei ciclisti in quanto sono in corso i lavori di completamento delle rampe di accesso. "E' la cronaca di un disastro annunciato. Un rischio fortemente temuto, e non ci voleva un genio a prevederlo, comincia a concretizzarsi. Il cavalcacia dell'insipienza politica sta diventando un problema anche di sicurezza", afferma Mario Fusco, tra i promotori del comitato per il no all'opera. La passerella è stata montata nel novembre dello scorso anno, tra molte polemiche e contrarietà. Il mattino successivo alla messa in opera, ignoti hanno appeso al corrimano un fantoccio con la scritta "democrazia", una macabra protesta contro la mancata partecipazione e consultazione. Adesso quest'episodio che riapre le polemiche contro l'amministrazione comunale che ha completato un progetto risalente agli inizi degli anni 2000.
Sabato 20 Maggio 2017, 17:15 - Ultimo aggiornamento: 20-05-2017 17:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP