“Il mare di Gerusalemme”, diciotto brevi storie dall'Israele

di Ciro Manzolillo

Erna Kazin, Leah Aini, Matan Hermony, Ofra Eligon, Sami Michael, Uzi Weill, Aharon Reuveni e Maya Arad sono alcuni nomi dei diciotto scrittori israeliani, molto amati dai lettori, che presentano un loro racconto nell’opera dal titolo “Il mare di Gerusalemme”, un volume da alcuni giorni in libreria e uscito per Stampa Alternativa con prefazioni firmate da Alma Cohen Vardi e Telma Eligon-Roz e una postfazione di Yigal Schwarz. Diciotto brevi storie in cui mirabilmente si intrecciano una varietà di stili e di possibilità letterarie, raccolgono frammenti di vita tessendo un mosaico socio-culturale dove sono evocate e dibattute problematiche universali sullo sfondo della società israeliana.

Scrive Yigal Schwarz a chiusura del suo commento alla pubblicazione: «Questi racconti sono esempi in gran quantità degli stratagemmi per mezzo dei quali il racconto breve riesce effettivamente a dar impressione di avere una dimensione e un’estensione maggiori del reale... I racconti di quest’antologia si animano nella nostra coscienza in forma di lampi di intuizione, una sorta di urla di eureka dello spirito, squarci improvvisi di luce».
Martedì 6 Giugno 2017, 20:50 - Ultimo aggiornamento: 06-06-2017 20:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP