Mattia Briga torna con “Novocaina”, romanzo di amore e autocombustione

Dal rap al romanzo è stato un breve passo: in fondo è sempre la stessa voglia di scrivere. Una «necessità dell'anima» che ha riportato il cantautore-scrittore Mattia Briga,(Mattia Bellegrandi all'anagrafe) nelle librerie con il suo secondo romanzo “Novocaina” appena pubblicato da Rai Eri con Ninho De Rua, nuova realtà editoriale e discografica fondata dal musicista.
La storia - d'amore e di autocombustione - si snoda velocissima nella vita di Adriano, giovane writer reduce da un'avventura artistica, e di Matilde, ragazza senza direzione che non vuole tornare a casa.
“Novocaina” è un racconto generazionale composto da Mattia Briga insieme ad Andrea Passeri, confermando la collaborazione nata con “Non odiare me”, il primo romanzo-autobiografia del cantautore pubblicato appena un anno fa, aprile 2016, e diventato subito un bestseller con migliaia di copie vendute ed una ristampa. «Scrivere per me è una necessità, qualcosa che sento dentro e lascio scorrere - spiega Briga - è diverso scrivere un romanzo e scrivere una canzone».

«Un brano ti vincola con schemi metrici, rime. La durata della musica stessa dà ritmo ma limita il periodo. Scrivere un romanzo no, ti dà più gradi di libertà» aggiunge il cantautore che a ottobre scorso con il disco “Talentòo”ha conquistato un singolo di platino. 
La storia di Adriano e Matilde inizia nel parcheggio di un supermercato romano. Complici due vaschette di sushi. Lui un sogno lei un altro. Poi le strade si incrociano di nuovo. Sullo sfondo Roma.







 
Domenica 30 Aprile 2017, 17:07 - Ultimo aggiornamento: 01-05-2017 15:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP