Casalinghe in via d'estinzione in Italia: in 10 anni più di mezzo milione in meno

Casalinghe in via d'estinzione in Italia: in 10 anni più di mezzo milione in meno
di Lorena Loiacono

Le casalinghe di una volta non ci sono più, nel senso letterale del termine. Negli ultimi 10 anni infatti le famiglie italiane ne hanno perse oltre mezzo milione. 

A rivelarlo è l'Istat nel report Le casalinghe in Italia che, per il 2016, ha registrato 7 milioni 338mila donne che si dichiarano casalinghe: ben 518 mila in meno rispetto a 10 anni fa. La loro età media è 60 anni e ce ne sono circa 700mila che vivono in povertà assoluta, il 9,3% del totale. Una criticità che sale ancora di più fra le giovani arrivando fino al 20%. Le casalinghe con più di 65 anni superano i 3 milioni e rappresentano il 40,9% del totale mentre le under 34 sono meno di una su dieci, vale a dire l'8,5%. Oltre 6 casalinghe su 10 vivono prevalentemente nel Centro-Sud (63,8%) e lavorano quasi 49 ore a settimana. In media si tratta di 2.539 ore l'anno, ovviamente senza considerare ferie. Si tratta di un lavoro ben più impegnativo rispetto a quello svolto da molti lavoratori occupati al di fuori delle mura domestiche.

Secondo l'Istat le donne in generale effettuano complessivamente ogni anno 50 miliardi e 694 milioni delle ore di produzione familiare, pari al 71% del totale, e tra queste sono proprio le casalinghe quelle che contribuiscono maggiormente a questa forma di produzione, con 20 miliardi e 349 milioni di ore. Nonostante tutta questa fatica, molte di loro sono in povertà assoluta, sotto la soglia di rischio: più di 700mila infatti non possiedono un reddito sufficiente a garantirsi l'acquisto di un paniere di beni e servizi essenziali per una vita dignitosa. Si tratta del 9,3% del totale delle casalinghe. 

Ma la media cambia in base all'età e si aggrava per le più giovani. Si trova in questa condizione, ad esempio, una giovane casalinga su cinque. Si tratta di un'incidenza molto superiore a quella delle occupate della stessa età, vale a dire tra 15 e 34 anni, per le quali la povertà assoluta coinvolge il 5,3%. Tra le casalinghe più anziane, oltre i 64 anni, la percentuale di povertà assoluta scende al 4,8%. Sono le più giovani, infatti, a non aver affatto risorse: 7 su 10 non cercano lavoro perché non possono lasciare la famiglia.
Martedì 11 Luglio 2017, 08:46 - Ultimo aggiornamento: 11-07-2017 11:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP