Rai, il canone in bolletta
neutralizza l'evasione

  • 1
ROMA. Per anni è stato una bestia nera. Il balzello più odiato (ed evaso), dagli italiani. Ma l'aver portato il canone della Rai nelle bollette elettriche, ne ha praticamente debellato l'evasione. La certificazione è arrivata ieri nel Bollettino delle entrate tributarie diffuso dal Dipartimento delle Finanze del ministero dell'Economia. A novembre gli incassi del canone tramite le fatture dell'energia elettrica, sono arrivati a oltre 1,7 miliardi di euro. Siccome però il canone si paga a rate di dieci euro mensili, per avere la cifra finale bisognerà aspettare ancora, almeno fino al dato che sarà pubblicato a gennaio. Il dipartimento delle finanze, tuttavia, ha già dato una stima di quale sarà, presumibilmente, il gettito finale: 2,05 miliardi di euro. Un anno fa, quando ogni famiglia doveva pagare di canone 113,5 euro, nelle casse della Rai erano arrivati 1,68 miliardi. Quest'anno, nonostante il canone sia stato ridotto a soli 100 euro, gli incassi hanno superato i 2 miliardi. A conti fatti lo hanno pagato circa 20 milioni di famiglie, probabilmente anche di più se si considera che per alcune categorie, come gli anziani, ci sono degli ulteriori sconti.

Non tutti i soldi finiranno nelle casse della Rai. L'extragettito è stato ripartito direttamente dalla legge che ha portato dentro le bollette il canone della televisione pubblica. Le norme prevedono che il 66% dei 300 milioni di gettito in più incassati quest'anno rispetto agli 1,7 miliardi fissati come obiettivo, debbano andare alla Rai, mentre il 33% sarà a copertura dell'abolizione dell'Imu prima casa. Il prossimo anno l'extragettito sarà diviso equamente tra la Rai ed il Tesoro.
Martedì 10 Gennaio 2017, 10:19 - Ultimo aggiornamento: 10-01-2017 10:19


QUICKMAP