La Nasa porta Napoli nello spazio
con lo Space Apps Challenge

ARTICOLI CORRELATI
di Rossella Grasso

Sono circa 155 i ragazzi che si sono iscritti all International NASA Space Apps Challenge che torna a Napoli per il terzo anno consecutivo sabato 29 e domenica 30 aprile. Quest’anno sarà il polo di San Giovanni a Teduccio dell’Università Federico II a ospitare l’hakaton durante il quale i giovani partecipanti dovranno progettare un’idea innovativa in sole 24 ore. «L’obiettivo è produrre idee e soluzioni innovative a sfide globali per la vita sulla Terra e nello Spazio, basandosi su un approccio di problem solving collaborativo e open-source», ha spiegato Timothy Tawney, Nasa Europe Representative, alla presentazione dell’hackathon a cui ha preso parte anche Mary Ellen Countryman, Console Generale degli Stati Uniti per il Sud Italia. 
 

Al weekend della NASA potranno partecipare non solo ingegneri e programmatori, ma anche scienziati, designer, artisti, insegnanti, imprenditori, studenti e chiunque abbia a cuore la Terra, l’ambiente e lo spazio. Quest’anno il tema della competizione è la Terra, declinato in cinque categorie: Ideate and Create!, Our Ecological Neighborhood, Warning! Danger Ahead!, Planetary Blues, The Earth and Us.

Al termine dell’hakaton i progetti dei team partecipanti saranno valutati da una giuria e i primi tre si aggiudicheranno un premio in denaro messo in palio dal Consolato degli Stati Uniti per il Sud Italia. Oltre al premio della giuria ci sarà il People’s Choice Award, votato dai partecipanti.

L’’International Space Apps Challenge, l’hackathon più grande del mondo promosso dalla NASA, si svolgerà durante lo stesso weekend in tante città in tutto il Mondo. A Napoli l’evento è co-organizzato dal Consolato Generale degli Stati Uniti per il Sud Italia insieme all’Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente (IREA-CNR) e il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Napoli Federico II (DII).

L’appuntamento è per sabato mattina alle 9 per la registrazione dei partecipanti, la presentazione delle sfide e la formazione dei gruppi. Gli iscritti potranno lavorare ai progetti fino alle 17 di domenica 30.
Venerdì 28 Aprile 2017, 14:49 - Ultimo aggiornamento: 28-04-2017 14:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA