Il romeno derubato della sua fisarmonica: gara di solidarietà sul web

La web tv sociale «lamiastrada.tv» con la comunità la tenda lancia una non stop musicale per raccogliere fondi e comprare un nuovo strumento
A+ A- Stampa
NAPOLI (8 luglio) - Romeno senza fissa dimora derubato della fisarmonica, si mobilita il mondo del web. La notizia del furto ai danni di Arel Serben, ex musicista di una importante orchestra romena costretto a lasciare il suo paese 5 anni fa per sfuggire alla fame, ha innescato il tam tam sui social network per rispondere all’appello dell’anziano artista che, tra le lacrime aveva chiesto che gli venisse restituita la fisarmonica, suo unico mezzo di sostentamento e consolazione.

Le dichiarazioni di solidarietà in poche ore si sono concretizzate in un’iniziativa promossa dalla web tv sociale “lamiastrada.tv” e dalla Comunità La Tenda dove Arel ha trovato ospitalità. L’idea partorita dal direttore della web tv Salvatore Sparavigna è semplice: usare la musica per far tornare a suonare un musicista. Così per il 22 luglio prossimo è stata organizzata una non stop musicale presso la Comunità La Tenda di via Sanità 96 per raccogliere fondi e comprare una fisarmonica nuova al clochard romeno.

L’appello lanciato sulle pagine di Facebook ha già raccolto le adesioni del musicista Marcello Colasurdo e del gruppo ‘O Rom mentre in queste ore si stanno rendendo disponibili a partecipare alla maratona tanti artisti del panorama musicale partenopeo. L’evento sarà reso possibile anche grazie al Centro Servizi per il Volontariato di Napoli che si è reso disponibile a fornire le attrezzature necessarie per la riuscita della non stop musicale.

Ma la storia di Aurel ha suscitato un movimento di solidarietà così ampio da prospettare la possibilità di andare oltre la restituzione della fisarmonica al musicista romeno. Privati cittadini ed esponenti politici sono pronti a mettere insieme fondi e mezzi con i quali sarà possibile fornire strumenti musicali ad altri senza fissa dimora che hanno alle spalle un passato da musicisti in modo da poter formare una vera band con la quale Arel potrà realizzare il suo sogno, quello di tornare a suonare non più da solo in strada ma in una vera e propria formazione musicale.
mercoledì 7 luglio 2010 - 23:45
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?

CONDIVIDI L'ARTICOLO

DIVENTA FAN DEL MATTINO