Napoli Est, in strada contro
l’abbandono istituzionale

ARTICOLI CORRELATI
di Alessandro Bottone

  • 178
Si è svolta questa mattina nel parco Troisi di San Giovanni a Teduccio una iniziativa per portare attenzione sulla periferia est. In campo associazioni, comitati civici, centri sociali, attivisti che operano quotidianamente nei quartieri orientali della città.
 

Le realtà sociali e culturali hanno voluto sottolineare il vuoto politico e l’abbandono istituzionale che ha segnato l’ultimo decennio di questa periferia ma anche mostrare le numerose battaglie. Come quella per l’ambiente con il mare più inquinato della Campania, con l’espansione del porto commerciale e con l’inchiesta per smaltimento di rifiuti tossici. La questione sociale risulta ancora più scottante: lo studio di giovani ricercatori sulla disoccupazione generale, giovanile e femminile ha collocato la periferia est ai primi posti di una città divisa evidenziando che si tratta di condizioni lontani da una città europea.

Stamane c’erano tante associazioni che si occupano di minori e di adolescenti. Con alle spalle il volto di Maradona disegnato da Jorit, sono stati organizzati giochi di piazza, laboratori di riciclo, balli e attività di sport per mostrare ciò che realizzano per la zona est. Spazio anche per SpacciAMO libri, lo scambio di testi, idee e pensieri. Sono stati diversi gli interventi con i quali si è sottolineato l’impegno contro le camorre e al fianco dei famigliari delle vittime innocenti. A poca distanza dal luogo della manifestazione fu ucciso il 18enne Vincenzo Amendola, il cui corpo fu ritrovato sotto uno strato di terreno: proprio in quello spazio dovrebbe sorgere il polifunzionale, una struttura progettata dall’ex Provincia per offrire spazio ai giovani e non ancora realizzata.
 
 

L’obiettivo dell’iniziativa è stato quello di dare inizio a un percorso di aggregazione sociale che porti la periferia orientale al centro delle politiche cittadine, regionali e nazionali: prossimo passo la costituzione della consulta delle associazioni, un tavolo permanente per progettare azioni ed eventi con i quali sollecitare interventi in uno spaccato di città troppo spesso lasciato solo e dalle tante problematiche ancora tutta da risolvere.

All’iniziativa erano presenti il Vicesindaco Raffaele Del Giudice e gli Assessori Ciro Borriello e Roberta Gaeta del Comune di Napoli insieme ad alcuni esponenti della municipalità.
Sabato 20 Maggio 2017, 16:04 - Ultimo aggiornamento: 20-05-2017 16:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP