Ottaviano. Donna lancia suo figlio di un anno dal balcone: il bimbo in gravi condizioni

di Francesco Gravetti

  • 6634
NAPOLI - Resta ricoverato in prognosi riservata ma non viene considerato in pericolo di vita il bambino di un anno che ieri sera è stato lanciato dalla madre giù dal balcone di un'abitazione a Ottaviano. Il piccolo si trova nell'ospedale pediatrico Santobono. La madre è in stato di fermo per tentato omicidio e piantonata in un reparto psichiatrico di un ospedale. 

L
a donna di 39 anni, già in cura per problemi psichici, ha lanciato il figlio di un anno dal balcone di un'abitazione che si trova al primo piano di un edificio. La tragedia è avvenuta a Ottaviano, in via Cazzulli, dove abita la donna. Il bambino è stato soccorso e ricoverato, in prognosi riservata, nell'ospedale pediatrico Santobono di Napoli. La donna è stata condotta in caserma dai carabinieri dove, in un primo momento, ha riferito che il bambino era caduto. Si era messa a gridare dal balcone, che il bimbo era precipitati giù attirando l'attenzione dei vicini che, spaventati, hanno subito avvertiti i carabinieri. Alla fine, però, ha ammesso di essere stata lei a lanciarlo nel vuoto. La donna è stata sottoposta a fermo di polizia giudiziaria con l'accusa di tentato omicidio.

Il bambino, ricoverato da ieri al "Santobono" è ancora in prognosi riservata. Ha riportato una serie di fratture e un trauma cranico: i medici stanno monitorando le sue condizioni, che tuttavia sembrano stabili. Sulla vicenda indagano i carabinieri, che hanno fermato la 39enne, che sembra sia da tempo sofferente per disturbi psichici e potrebbe essere stato proprio un raptus ad indurla a compiere il folle gesto. Allo stato attuale è ricoverata nel reparto psichiatrico di una struttura sanitaria, piantonata ed in stato di fermo.
Mercoledì 20 Gennaio 2016, 21:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP