Giornata della Memoria, Buonajuto: «Cittadini ogni giorno in prima linea contro il racket»

di Antonio Cimmino

Comune, Associazioni Antiracket, Forze dell’Ordine e scuole al Mav di Ercolano per le celebrazioni della Giornata della Memoria per le Vittime delle mafie. Nell’auditorium del Museo Archeologico Virtuale insieme al sindaco Ciro Buonajuto, al presidente regionale della Federazione Antiracket Rosario D’Angelo, al presidente dell’Associazione Antiracket “Ercolano per la Legalità” e al giornalista Nico Pirozzi, sono intervenuti anche commercianti di Ercolano che con le loro denunce hanno consentito l’arresto di numerosi estorsori.

«Commemorare questa ricorrenza è un’occasione per ricordare il ruolo delle Istituzioni e dei tanti cittadini che ogni giorno combattono in prima linea contro la criminalità organizzata. A Ercolano negli ultimi anni si è assistito a un fenomeno unico che ha consentito di sconfiggere la piaga del racket grazie alla sinergia di tutte le forze positive della nostra comunità ed è doveroso da parte nostra tenere sempre alta la guardia», così il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto. Al termine della cerimonia al Mav, una delegazione delle istituzioni presenti, delle forze dell'ordine e degli esponenti delle associazioni ha poi proseguito con una passeggiata antiracket nelle strade del centro e del mercato della città.

Alla manifestazione hanno preso parte anche i rifugiati ospitati a Ercolano dalla cooperativa “L’Impronta” che, in occasione della concomitante Giornata contro il Razzismo, hanno portato la propria testimonianza.
Martedì 21 Marzo 2017, 13:12 - Ultimo aggiornamento: 21-03-2017 13:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP