Grecia, auto contro quad: in Italia il corpo del 20enne napoletano morto. L'amico: «Questo mondo non ti meritava»

ARTICOLI CORRELATI
di Michele M. Ippolito

  • 1801
Alle 10, nella chiesa di Sant’Antonio di Padova in via Gianturco, saranno celebrati i funerali di Pasquale Sacco, il ventenne morto domenica scorsa a Zante, in Grecia, quando il quad che stava guidando è stato centrato in pieno da un’auto di grossa cilindrata che procedeva ad altissima velocità. L’automobile che trasporta il corpo sta viaggiando in questi minuti sulla Roma – Napoli dopo che la bara è giunta alle 16.40 a Fiumicino direttamente da Atene con un volo di linea della Aegean.
 
Intanto, gli amici di Pasquale, definito come un giovane “semplice, umile e simpaticissimo” da chi lo conosceva, stanno rientrando dai luoghi di villeggiatura per partecipare al suo funerale. Saranno presenti anche i quattro ragazzi che erano con lui a Zante quando è accaduto l’incidente e che sono già rientrati in Italia negli scorsi giorni, oltre agli insegnanti del ragazzo, che l’anno scorso si era diplomato all’istituto tecnico Rocco Scotellaro. Alle esequie sarà presente anche lo zio di Pasquale, il procuratore della Repubblica Nunzio Fragliasso.
 
Si moltiplicano, intanto, gli attestati di cordoglio da parte dei concittadini di Pasquale e non solo attraverso i social network. “Non ti dimenticherò mai, non dimenticheremo mai la tua infinita bontà, questo mondo non merita angeli e non ti meritava. – scrive Raffaele, un amico di infanzia del ventenne scomparso in Grecia - Domani passeremo il nostro ultimo sabato insieme, non voglio dirti addio non ci riesco.”
Venerdì 18 Agosto 2017, 20:27 - Ultimo aggiornamento: 19-08-2017 10:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP