«Napoletani, tutti a Pontida»: arriva
il via libera alla manifestazione
De Magistris: sarà un bel momento

ARTICOLI CORRELATI
  • 676
Si terrà a Pontida il concerto dei Terroni Uniti, il collettivo di musicisti partenopei che il 22 aprile partiranno da Napoli per suonare in territorio leghista in un concerto organizzato nella giornata dell'orgoglio antirazzista. Gli organizzatori ritengono che questo concerto sia un passo fondamentale per abbattere il razzismo e la paura del diverso durante una giornata organizzata all'insegna della fratellanza e dell'accoglienza. Ecco chi saranno i musicisti che si esibiranno a Pontida: Eugenio Bennato, Tonino Carotone, 99 Posse, Ciccio Merolla, Valerio Jovine, Tommaso Primo, Oyoshe, Aldola Chivalà, Andrea Tartaglia, Pepp Oh, 'O Rom, Joe Petrosino, Assurd, M'barka Ben Taleb, Djarah Akan, The Wet Dogs, Caravan Orkestar, Cornoltis, Junior Sprea Signor K, Daniele Sepe , Massimo De Vita, Kento +Mad Simon, Tommi (Pornorivis

«Alla fine è arrivata l'autorizzazione e quindi a Pontida nel prato accanto alla stazione si svolgerà "Tutti a Pontida! Giornata dell'Orgoglio Antirazzista" che include il concertone. Nel prato nel pomeriggio è convocata una conferenza stampa degli organizzatori che avevano protestato per l'iniziale no all'uso dello spazio da parte del gruppo delle ferrovie dello Stato. «È tutto confermato. Il festival si farà» hanno annunciato gli organizzatori.
 

«Sono soddisfatto e sono convinto che sarà una manifestazione ricca di fantasia e creatività. Credo che sia una scelta assolutamente doverosa». Cosi il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commenta a caldo il sì all'autorizzazione alla manifestazione De Magistris ha affermato: «Stentavo a credere che non si desse l'autorizzazione a una manifestazione che ha come oggetto principale un concerto a cui parteciperanno musicisti e artisti. Sono convinto che sarà un bel momento di cultura meridionale e sarà veicolato il messaggio importante e forte che la cultura nostrana sa trasmettere oltre ogni confine».

In un post sui social, il sindaco partenopeo ha sottolineato:
«Sabato saremo presenti in due manifestazioni importanti per la lotta per i diritti e per i beni comuni: a Pontida con artisti per la cultura partenopea e meridionale, con i sud del mondo, terroni e musica per contaminare terra e aria, per entrare anche nei cuori di chi ci giudica senza conoscerci; a Melendugno e nel Salento per sostenere la lotta No Tap: gli ulivi, la terra e il mare sono beni comuni e vanno difesi. In cammino e in lotta!»
Giovedì 20 Aprile 2017, 15:28 - Ultimo aggiornamento: 21-04-2017 10:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP