Napoli, bimbi intossicati a scuola
escrementi nei cibi delle mense

ARTICOLI CORRELATI
di Mariagiovanna Capone

6
  • 6597
Bacillus cereus e colibatteri. Il responso di Arpac e Asl Napoli 1 Centro non lascia dubbi: i pasti erogati il 9 maggio nelle scuole comunali e statali dalla ditta Sirio contenevano «elevata carica batterica», al punto da provocare una tossinfezione con vomito e diarrea su 80 individui (soprattutto bambini, ma furono coinvolti anche alcune maestre e bidelle) di cui 2 refertati dall’ospedale Santobono-Pausilipon. È il 16 maggio quando la dirigente della scuola Montale (in seguito lo faranno anche alla Kennedy) viene a sapere dei tanti bambini colpiti da diarrea e vomito, e segnala i fatti alla Asl Napoli 1 che preleva campioni dei pasti erogati dalla ditta Sirio, e a sua volta comunica la possibile infezione alle Municipalità 8 e 4 (quest’ultima fornita dalla stessa ditta). Immediata la decisione dei presidenti Apostolos Paipais e Gianpiero Perrella di sospendere la refezione scolastica per tutelare la salute dei piccoli, almeno fino a quando non fosse fatta luce sulla vicenda «dal punto di vista scientifico cioè con dati inconfutabili». Una sospensione che dura ancora adesso, con molte scuole che hanno autorizzato il pasto domestico ma altrettante che invece hanno dovuto cancellare il tempo pieno, con grossi disagi organizzativi sulle famiglie dei piccoli.

A distanza di quasi un mese dai contagi, i risultati delle indagini epidemiologiche-sanitarie evidenziano una elevata carica batterica di bacillus cereus e di colibatteri (escheria coeli) entrambi trovati in consistenti concentrazioni nei campioni di brasato di manzo. E con l’arrivo dei «dati inconfutabili» sono scattate le operazioni di revoca del contratto con la ditta che dal 13 febbraio distribuisce i piatti in circa venti scuole comunali e altrettanto di statali. 

Continua a leggere su Il Mattino Digital
Giovedì 8 Giugno 2017, 00:00 - Ultimo aggiornamento: 7 Giugno, 23:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-06-08 10:03:56
La mensa obbligatoria è la più rrossa idozia swl secolo.Che ognuno si portasse da casa qualcosa che e'meglio.Sono solo deglispeculatori.
2017-06-08 09:52:53
ma anche quelli che pagano regolarmente la mensa?
2017-06-08 09:07:14
come mai furono coinvolti anche bidelli e maestre ? vogliamo controllare se sulla busta paga(del mese di maggio) di questi soggetti c''è la trattenuta per il servizio mensa ? per i bambini , chi non paga non mangia , per i "padroni" della scuola la legge non vale ?
2017-06-08 07:39:18
ecco cosa succede quando non si lavano le mani! dovete sapere se analizzate I batteri di una borsa ( personale) anche essa contiene dei colibatteri specialmente quando andate al bagno e lasciate la borsa sul pavimento. fate in modo che chi lavora nella mensa non abbia unghie finte .... sotto le unghie si accumulano I batteri ... qui in USa chiunque manipola cibo per mense ristoranti deve avere il titolo di Health and food management basta rispondere a 100 domande per avere il diploma , pero' tutto deve entrare nella norma anche se le domande si rispondono in un modo esatto la procedura del cibo deve essere la stessa come nella risposta. Io sono una ex food management e leggendo quasta notizia mi e" rivoltato lo stomaco perche' si poteva evitare usando proprie procedure. anche voi a casa ptotete usare lo stesso metodo avete uan bomba in Cucina che e' il frigo ed e' li si comincia la batteria , incomincia ad aprire e leggere ogni barattolo la data di scadenza e se non e scaduto e non ha muffa dovresti lavare il tatto del barattolo con acqua disinfettante basta mettere qualche goccia di candeggiana in una bacinella e dopo che ho letto questa notizia licenzierei tutto il personale di quella mensa che ha adoperato cibo senza usare la prassi del protocollo del Igiene. e questo e' un altro motivo perche' io non vado a cenare fuori non mi fido dei ristoranti dovrei vedere prima la Cucina e poi mi siedo al tavolo ma non te la fanno vedere ....
2017-06-08 00:38:59
E' questo che il sindaco voleva quando dichiarava che la mensa obbligatoria è educativa per i ragazzi. O piuttosto intendeva che l'obboligstorieta servive a coprire interessi non tanto nascisti di queste ditte farlocche buone solo a sfruttare la gente? Viva il panino libero. Questo pseudo stato non ha nulla da insegnare alle famiglie perché i suoi rappresentanti sono indegni

QUICKMAP