Bradisismo: «Nei Campi Flegrei
nuovo sistema di previsione»

di Pasquale Guardascione

  • 2
POZZUOLI. Giuseppe De Natale, dirigente di ricerca dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, questa mattina ha incontrato nella sala conferenze di Palazzo Migliaresi al Rione Terra i cittadini puteolani dopo le notizie che hanno destato allarme negli ultimi giorni circa «un'imminente eruzione dei Campi Flegrei» a seguito di un suo studio pubblicato ad inizio settimana sulla rivista specializzata Nature Communications.
 

Il vulcanologo, ex direttore dell'Osservatorio Vesuviano, ha chiarito il contenuto del lavoro da lui realizzato assieme ai colleghi Stefano Carlino e Critopher Kilburn. «Non è assolutamente vero che nello nostro studio affermiamo che c'è un rischio di eruzione imminente dei Campi Flegrei, anzi, tutt'altro - spiega De Natale -. Così come non corrisponde al vero che affermiamo che c'è magma a tre chilometri di profondità. In uno studio effettuato alcuni mesi fa e tenendo presente i dati geochimici degli ultimi quarant'anni della caldera, attualmente non c'è nessuna presenza di magma richiuso nei serbatoi in superficie». Una sala gremita da giovani e anziani cittadini puteolani in una giornata in cui è stata fatta piena chiarezza da parte dello studioso dell'Ingv. 
 
 
Sabato 20 Maggio 2017, 15:32 - Ultimo aggiornamento: 20-05-2017 16:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP