Napoli. Sequestrato il regno degli abusi: case, capannoni, negozi, concessionarie d'auto e persino due scuole Foto|Video Audio

ARTICOLI CORRELATI
di Giuseppe Crimaldi

0
NAPOLI - Venticinquemila metri quadrati edificati in maniera abusiva sono stati sequestrati questa mattina dai carabinieri della Compagnia di Bagnoli e dalla polizia municipale, in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica di Napoli.

>>>GUARDA IL VIDEO

>>> AUDIO

L'area si trova in via Vicinale Pignatiello, a Pianura. Per anni una quindicina di persone avevano messo su cantieri ed edificato senza alcuna licenza edilizia interi palazzi, ma anche negozi, concessionarie di auto e altri esercizi commerciali, tutte peraltro già in attività. Sigilli anche a trenta capannoni industriali e a due scuole private, ai cui studenti sarà comunque consentito di concludere l'anno scolastico.

>>>GUARDA LE FOTO

Le due scuole sequestrate sono un Istituto alberghiero e l'«Oasi del fanciullo», un istituto comprensivo con scuola dell'infanzia, elementare e media.

Nella zona di Pianura dove questa mattina sono intervenuti carabinieri e polizia municipale, erano in corso sbancamenti e sono state realizzate negli anni scorsi una serie di opere di urbanizzazione: da muri di contenimento, a strade, piazzali e sottoservizi che hanno stravolto l'assetto del territorio. L'area interessata dal sequestro è sottoposta a diversi vincoli: è classificata a destinazione agricola nel Prg e rientra nel Piano Territoriale Paesistico di Agnano-Camaldoli, in una zona di interesse archeologico a protezione integrale sottoposta, in parte, a
vincoli paesaggistici. Denunciate 15 persone.

L'inchiesta sull'imponente lottizzazione abusiva è coordinata dal procuratore aggiunto Nunzio Fragliasso.
Luned? 3 Giugno 2013, 09:47 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 00:00


COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP