Terra dei fuochi. «New York Times», in prima pagina lo scandalo dei rifiuti

Nei giorni scorsi l'affondo: «Il porto di Napoli crocevia del finto olio d'oliva»
A+ A- Stampa
Dopo aver tessuto le lodi - nemmeno troppo tempo fa - della città di Napoli, il New York Times parla adesso della Terra dei Fuochi, dedicando un'apertura allo scandalo dei rifiuti tossici in provincia di Caserta.

Quattro colonne in prima pagina e un'immagine di carabinieri alla ricerca di fusti tossici in un terreno. Le foto del reportage sono di Nadia Shira Cohen. «I rifiuti tossici lasciati dalla Mafia tormentano le terre vicino Napoli», si legge nell'articolo che parla anche di dieci milioni di tonnellate di rifiuti tossici sotterrati illegalmente dall'inzio degli anni '90.

>>> CLICCA E VAI SULL'ARTICOLO DEL NYT


Soltanto pochi giorni fa, lo stesso NYT aveva dedicato un'approfondimento di Nicholas Blachman sulle presunte truffe dell'olio extravergine italiano in modo ironico, deridendo con alcune vignette il falso «Made in Italy». In una delle vignette si indica esplicitamente il porto di Napoli come fulcro della catena di produzione «Fake olive oil».

>>> GUARDA LE VIGNETTE SUL "FAKE OLIVE OIL"
giovedì 30 gennaio 2014 - 14:09
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?

CONDIVIDI L'ARTICOLO

DIVENTA FAN DEL MATTINO
 
Indietro
Avanti