Polveri sottili: a Napoli scatta la settimana di stop per le auto sino a Euro 3 | Foto

ARTICOLI CORRELATI
di Valerio Iuliano

1
Le polveri che intossicano l’aria non accennano a scomparire. Così, da oggi, ritornerà il blocco totale- fatte salve alcune eccezioni- della circolazione. Circa 350mila le auto coinvolte. Una drastica misura anti-inquinamento che resterà in vigore fino a sabato prossimo. L’ordinanza sindacale del 28 gennaio scorso ha esteso, dunque, a sei giornate consecutive lo stop al traffico veicolare, che fino alla scorsa settimana riguardava solo i giorni dispari. Aumentate anche le ore di blocco. Il dispositivo inizierà stamattina alle 9,30 e si prolungherà fino alle 12,30. Nuovo divieto dalle 14,30 fino alle 19,30. In tutto, otto ore giornaliere di blocco del traffico, da oggi al 6 febbraio. Questa volta, però, rispetto all’ordinanza relativa ai primi giorni del 2016, potranno circolare anche le auto Euro 4.
 



«Un’altra differenza - spiega il vicesindaco Raffaele Del Giudice - consiste nell’estensione del divieto anche alle auto che circolano all’interno dell’area del porto». Per il resto, l’elenco delle limitazioni - così come quello delle deroghe - è esattamente identico alle occasioni precedenti. Il divieto riguarderà gli autoveicoli compresi tra le categorie Euro 0 ed Euro 3, ovvero quelli che contribuiscono maggiormente alle emissioni inquinanti. Via libera per tutte le altre auto, comprese quelle alimentate a GPL o metano. Per le moto, la circolazione sarà vietata per tutti quei mezzi che non siano a 4 tempi oppure per gli Euro 2 e i successivi. Altre deroghe sono previste per una pluralità di categorie, dai medici in servizio ai non residenti in Campania, fino alle auto con almeno tre persone a bordo e ad altre ancora. L’elenco completo è visibile sul portale istituzionale del Comune. L’ordinanza anti-smog risponde, quindi, sempre al medesimo problema, anche se la soluzione del blocco del traffico non sembra giustificata dagli esiti del monitoraggio delle polveri sottili.
 
Lunedì 1 Febbraio 2016, 08:45 - Ultimo aggiornamento: 01-02-2016 13:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2016-02-01 11:38:37
E alla fine la colpa dell'inquinamento e' colpa di quelle 4 auto euro 0-3 rimaste che pagano per il porto e per il riscaldamento e per lamancanza divento. Un'ordinanza vergognosa e penalizzante dei soliti poveracci e che non risolvera' niente, salvo che poter dire all'amministrazione che ha usato il pugno duro contro la povera gente. Bravi!

QUICKMAP