Pompei, il generale Nistri pronto all'addio: «Il futuro appartiene agli dei»

di Susy Malafronte

Pompei. Il Grande Progetto Pompei, prima della sua scadenza naturale del 31 dicembre 2015, potrebbe avere un nuovo direttore generale. Il generale Giovanni Nistri, infatti, con una metafora ha lasciato intendere che presto lascerà il suo incarico. L’ultimo report sul progetto di restauro della città archeologica, finanziato con fondi dell’Unione Europea per 105 milioni di euro, è statot illustrato ieri da Nistri nel corso della presentazione dei lavori di restauro della domus della Fontana Piccola. «La mission impossible Grande progetto Pompei è stata compiuta», ha detto il generale dei carabinieri. «Il futuro? Appartiene agli dei», ha risposto poi con un sorriso Nistri a chi gli chiedeva se sarà lui a condurre a compimento l’opera entro i termini stabiliti da Bruxelles. Non lo ha detto apertamente, dunque, ma ha lasciato capire che presto potrebbe non ricoprire più l'incarico. Secondo il report al 30 aprile ci sono 25 cantieri aperti e 24 gare in corso di svolgimento.





CONTINUA A LEGGERE SUL MATTINO DIGITAL
Giovedì 7 Maggio 2015, 09:18




QUICKMAP