Parte la ztl nel centro storico
di Napoli | Il dispositivo

ARTICOLI CORRELATI
di Valerio Esca

  • 93
L'esperimento della ztl del centro antico, istituita per il periodo natalizio fino all'8 gennaio, è filato liscio senza grossi traumi e ripercussioni per gli automobilisti. Qualcuno è rimasto interdetto alla vista della nuova segnaletica e della presenza interforze dei vigili urbani, ma è fisiologico nel primo giorno di ordinanza. Sul posto 40 agenti della polizia Municipale, coadiuvati dal comandante Ciro Esposito e dal capitano Alfredo Marraffino dell'Unità operativa San Lorenzo, che hanno seguito da vicino l'andamento del traffico e oltre 20 volontari della Protezione civile.

È partita dunque la mega-ztl che abbraccerà il cuore di tutto il centro antico di Napoli. Una prova generale di quella che potrebbe essere la sorpresa del 2017: una ztl nuova di zecca. Sarà vietata per tutto il periodo natalizio, fino a dopo la befana, la circolazione dalle 10 alle 22, tutti i giorni della settimana; e dalle 8 alle 14 il 24, 25, 26, 31 dicembre e 1 gennaio, in via Tribunali (da via Nilo a via Duomo), vico Purgatorio ad Arco, piazza San Gaetano, piazzetta San Gregorio Armeno, piazza Gerolomini, vico Cinquesanti, vico Giganti e vico Gerolomini. Stop alle auto anche nelle strade intorno piazza San Domenico. Scatterà la prossima settimana anche il divieto ad auto e moto, dalle 7 alle 19, in vico San Domenico, vicoletto San Domenico Maggiore, vico Francesco De Sanctis e via Raimondo di Sangro. Ad ogni modo verrà consentito come prevede l'ordinanza di Palazzo San Giacomo - l'accesso nell'area pedonale ai veicoli dei residenti diretti ai passi carrai degli edifici interni all'area pedonale, ai mezzi di soccorso ed emergenza, ai veicoli della Protezione civile ed ai veicoli che accompagnano disabili. A giorni dovrebbe partire - probabilmente dopo l'8 dicembre - anche il senso unico di marcia per i pedoni a San Gregorio Armeno, che resterà valido per tutti i weekend, dal venerdì alla domenica. Tra i sogni nel cassetto dell'amministrazione e del sindaco de Magistris c'è quello di creare un'unica grande zona pedonale per tutto il centro storico. Bisognerà, per non commettere lo stesso errore compiuto cinque anni fa con piazza Dante, dialogare con le Municipalità, con i residenti e con i cittadini. Scongiurare il rischio di creare una strada-deserto come è tutt'oggi via Duomo nelle ore di limitazione del traffico.
 

 
Venerdì 2 Dicembre 2016, 11:00 - Ultimo aggiornamento: 02-12-2016 21:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP