Madonna del Subacqueo, domenica la storica celebrazione

di Antonio Cimmino

Marinai e sub, in processione. Saranno i palombari del Raggruppamento Subacquei e Incursori della Marina Militare a depositare la Statua della Madonna dei Pescatori presso il Santuario sottomarino di Ercolano sul fondale a largo di Punta Quattroventi. Si terrà domenica prossima la Festa della Madonna dei Pescatori e del Subacqueo: una tradizione che si ripete da oltre 30 anni nella Città degli Scavi. Alle 9,30 la statua della Madonna partirà in processione dalla parrocchia di Santa Maria di Loreto per arrivare al Parco sul Mare di Villa Favorita dove si terrà la celebrazione religiosa. Poi, dal molo del Granatello la statua verrà imbarcata su un mezzo della Capitaneria per essere posizionata nel Santuario posto a circa 20 metri di profondità.

Dal molo di Portici partirà anche una motonave della Alilauro per consentire ai fedeli di assistere alla cerimonia in mare. L’iniziativa è stata organizzata dall’amministrazione comunale di Ercolano con la collaborazione del Gruppo Operativo Subacqueo Comsubin della Marina Militare, del capitano di Fregata Fabrizio Di Maggio e delle Capitanerie di Porto di Torre del Greco e Portici. 

Quello di Ercolano è uno dei tre santuari sottomarini d’Italia, gli altri due sono a Camogli e Massa Lubrense. Uno dei promotori della sua istituzione nel 1981 fu Giuseppe Imperato, che per anni ha curato la Festa della Madonna del Pescatore e del Subacqueo facendo installare accanto alla statua sottomarina targhe intitolate a personaggi distintisi a livello mondiale nell’impegno per la cultura e per la pace.
Giovedì 14 Settembre 2017, 11:58 - Ultimo aggiornamento: 14-09-2017 11:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP