Tezaurè, viaggio tra le ville liberty del Vomero con Lorenzo Marone

di Davide Morganti

0
  • 107
Il Vomero, fino ad allora isolato dal resto della città, si sviluppò grazie alla bonifica avvenuta dopo l’epidemia del 1884 che richiese l’ampliamento della città in un’area agricola. Le famiglie aristocratiche e nobiliari riparavano sulla collina per sfuggire alle pestilenze e vi posero le proprie residenze, tra cui la Floridiana, villa acquistata nel 1815 da Ferdinando IV di Borbone per la moglie. Verso la fine dell’Ottocento vennero costruite anche delle splendide ville liberty. Il punto più alto del quartiere è la Certosa di San Martino collocata a 215 mt sul livello del mare. Il termine Vomero farebbe riferimento al vomere dell’aratro, la parte che incideva il terreno con un solco profondo. Negli anni Sessanta la speculazione edilizia ha sfigurato il quartiere e distrutto intere aree.
 

In quest’ultima puntata di Tezaurè (in tigrino, significa passeggiare) camminiamo con Lorenzo Marone, autore di successo con i best seller “La tentazione di essere felici”, da cui è stato liberamente tratto il film di Gianni Amelio “La tenerezza”, poi “la tristezza ha il sonno leggero”, infine “magari domani resto”. In precedenza “Novanta” e “Daria”. È tradotto in quindici lingue.
Domenica 17 Settembre 2017, 19:20 - Ultimo aggiornamento: 18-09-2017 11:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP