Roccarainola. Traiettorie post moderne al palazzo baronale: in vetrina 34 artisti

ARTICOLI CORRELATI
di Carmen Fusco

Roccarainola. “Attraversamenti. Traiettorie postmoderne”: al palazzo baronale le opere di 34 artisti tra i quali Alberto Burri, Renato Guttuso, Mino Maccari, Ugo Nespolo, Franco Angeli, Tano Festa. Maestri storici di rilievo internazionale ma anche nomi famosi che hanno fatto la storia del territorio e ormai riconosciuti nel panorama dell’arte come Vittorio Avella, Vincenzo De Simone, Camillo Capolongo, Mattia Napolitano, Carlo Caroli. E poi Tony Afeltra, Empedocle Amato, Raffaele Amato, Maryam Bakhtiari, Carlo Caroli, Sofia Dell’Aversano, Giancarlo Gagliardi, Pietro Gardano Gard, Rosario Genovese, Giulia Gensini, Mauro Iori, Giovanni Leto, Renato Lipari, Giovanni Mangiacapra, Raffaele Marando, P. Elizabeth Mazzu, Dina Montesu, Monica Presciutti Monj, Salvatore Provino, Stefan Anton Reck, Rolando Sanna, Federica Virgili.
 

“Sono i nomi - spiegano gli organizzatori della mostra - degli eredi di una tradizione che affonda le proprie radici nella storia e trova in queste occasioni la possibilità di lavorare sul nuovo. La dimostrazione che in arte non si volta mai pagina, ma si prende e si dà, perché ogni invenzione non può fare a meno del passato”. A firmare l’iniziativa culturale è stata l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Raffaele De Simone mentre ad occuparsi della direzione artistica è stata Friarte di Roma, diretta da Emenegildo Frioni. Un successo l’inaugurazione, con oltre duecento invitati. La mostra è curata da Pasquale Lettieri e Marcello Palminteri, che firmano le presentazioni in catalogo, e rimarrà aperta fino al 14 febbraio.
Lunedì 18 Gennaio 2016, 18:51 - Ultimo aggiornamento: 18-01-2016 20:44




QUICKMAP