Forum delle Culture al via il 6 luglio, ma a Napoli la sede ancora non c'è

Sindaco De Magistris ottimista: «Ce la faremo». In arrivo 16 milioni dalla Regione. Da ottobre 101 giorni nei luoghi Unesco
PER APPROFONDIRE: forum culture, napoli, sede
di Valerio Esca
A+ A- Stampa
Parte il countdown per il Forum delle Culture. Mancano poco più di 40 giorni al via della kermesse internazionale e la corsa contro il tempo sarà serrata per arrivare pronti alla data fissata dal primo cittadino. «Si corre, siamo sempre in zona Cesarini, ma ce la faremo per il 6 luglio». Queste le parole del sindaco Luigi de Magistris a margine della presentazione del libro «Le vene violate», alla quale ha partecipato ieri mattina. Il primo cittadino, incalzato dai cronisti, ha ricordato come «si stia lavorando per arrivare pronti all’inizio del Forum», poi ha concluso con una battuta ribadendo: «A volte mi viene da dire non so come, ma ce la faremo anche questa volta».

Dopo ritardi e incertezze, a metà aprile è stato firmato il protocollo di accordo sul Forum che si dovrà tenere a Napoli e in diversi siti della Campania indicati come patrimonio Unesco a partire appunto dal 6 luglio. Il documento, sottoscritto dal sindaco de Magistris, dall’assessore regionale alla Cultura Caterina Miraglia, dal vicesindaco di Barcellona Joaquin Forn, dal direttore generale della Fondazione Forum di Barcellona Mireia Belil e dal commissario della Fondazione Forum di Napoli Alessandro Puca, segna le linee guida del Forum rimarcando l’impegno della Regione, del Comune e della Fondazione nell’organizzare l’evento con quest’ultima che rappresenterà il riferimento centrale.

A Palazzo San Giacomo l’onere di pianificare gli appuntamenti sul territorio cittadino, mentre da Palazzo Santa Lucia si occuperanno, attraverso la Scabec, di organizzare gli eventi nei luoghi che rientrano nella lista fornita dall’Unesco.
Poi c’è il problema dei soldi: nello stesso protocollo in un capitolo si parla dei 16 milioni di euro (fondi Piano azione coesione) che la Regione dovrà destinare per la realizzazione della manifestazione. Brutte figure non se ne potranno fare, visto che potrebbe essere presente anche il capo dello Stato Giorgio Napolitano. Insomma è una corsa contro il tempo come si evince dalle parole dello stesso de Magistris, che però si dice ottimista.


sabato 25 maggio 2013 - 09:07
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?

CONDIVIDI L'ARTICOLO

DIVENTA FAN DEL MATTINO
 
Avanti