Forza Italia, De Siano: «Ho parlato con Berlusconi, mi ha rinnovato la fiducia»

ROMA - «Nei prossimi giorni vedrò il presidente Berlusconi. L'ho sentito di recente al telefono, mi ha rinnovato la fiducia». Domenico De Siano, senatore di Fi, coinvolto nell'inchiesta della Procura di Napoli sugli appalti per la raccolta dei rifiuti a Ischia e in alcuni comuni campani per fatti avvenuti nel 2010, arriva in Transatlantico, a Montecitorio. Si fermano a salutarlo ideputati forzisti campani, Giuseppina Castiello, Carlo Sarro e Luigi Cesaro, anche quest'ultimo raggiunto da un'informazione di garanzia per la stessa vicenda giudiziaria. De Siano annuncia che presto sarà ricevuto dal Cav e assicura che resterà in sella perchè gode della stima del leader azzurro. Il faccia a faccia, raccontano, potrebbe tenersi tra oggi e domani. Berlusconi rientrerà oggi a Roma: alle 18 è atteso alla presentazione del libro di Myrta Merlino 'Madri', alla sede dell'Associazione Civita di piazza Venezia. Anche l'ex governatore Stefano Caldoro incrocia De Siano e si trattengono a parlare. Il 15 gennaio scorso il gip ha trasmesso la richiesta di autorizzazione all'arresto di De Siano alla presidenza del Senato nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti per l'affidamento del servizio di raccolta e smaltimento di rifiuti nei comuni di Lacco Ameno, Forio d'Ischia e di Monte di Procida. In tutto sono stati 9 i destinatari di misure cautelari. Il senatore di Fi ha annunciato di voler rinunciare all'immunità parlamentare.
Mercoledì 20 Gennaio 2016, 16:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP