«Ha visto la ruspa in azione
papà fulminato dall’infarto»

di Antonio Manzo Inviato

 Eboli. «Quando mio padre ha visto transennare la nostra modesta casa e sentito il rombo del motore della ruspa pronta a ghermire con la benna le pareti, è finito a terra. Un arresto cardiaco, inutile ogni soccorso. Ucciso dallo Stato, dalla burocrazia feroce e implacabile». La rabbia sopravanza il dolore quando Lucrezia Garofalo rientra a casa, a Campolongo di Eboli, dopo aver dato l’ultimo saluto al papà Salvatore, morto sabato mattina mentre veniva eseguita l’ordinanza di demolizione di una casa di...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 19 Giugno 2017, 23:16 - Ultimo aggiornamento: 19-06-2017 23:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP