Choc in Brianza
Adottava gatti neri e poi li mangiava

PER APPROFONDIRE: gatti, uomo, adotta e li mangia
A+ A- Stampa
Sceglieva sempre lo stesso tipo di gatto: nero, giovane e ben in carne. Fingeva di volerlo adottare, animato da puro spirito animalista e una volta a casa lo uccideva per mangiarselo. Un brianzolo di 50 anni, se ne andava in giro per i gattili della Lombardia alla ricerca di mici: almeno quindici i poveri felini finiti nel suo piatto. La notizia è stata diffusa dall'Aidaa, l'associazione italiana per la difesa degli animali e dell'ambiente. A destare dubbi sulle reali intenzioni dell'uomo, era stato proprio l'atteggiamento che aveva insospettito i volontari con i quali aveva avuto contatti. A tutti, infatti, aveva sempre negato un controllo successivo all’adozione per verificare lo stato di benessere dei gatti adottati nei rifugi.
A far scattare la denuncia è stata la preziosa collaborazione degli animalisti che lo hanno colto addirittura in flagranza di reato: lo hanno sorpreso mentre stava per uccidere un gatto di sette chili. Per poi mangiarlo.
Lorenzo Croce, presidente nazionale di Aidaa racconta: «Secondo le prime segnalazioni questo personaggio si aggirava nei rifugi della bassa Lombardia chiedendo di adottare i gatti neri, ma con precise caratteristiche. I gatti dovevano essere di circa tre anni e abbastanza in carne. Dopo diverse segnalazioni provenienti da vari rifugi abbiamo iniziato a sospettare che fosse un tramite di qualche gruppo satanista, invece abbiamo scoperto anche per sua ammissione che i gatti neri lui li uccideva per mangiarseli in compagnia di amici».
Quel che colpisce in questa storia è non solo la spietata crudeltà del protagonista che si finge un paladino dei trovatelli, ma anche il profilo dello stesso individuo: un uomo al di sopra di ogni sospetto, sposato e padre di figli. Una sorta di Dr. Jekyll e Mr. Hyde della porta accanto. Disturbato mentale. O che altro. Sul quale viene da chiedersi anche con quali ignari o forse complici compagni di merenda dividesse le povere prede.
giovedì 23 gennaio 2014 - 23:14   Ultimo agg.: venerdì 24 gennaio 2014 02:30
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?

CONDIVIDI L'ARTICOLO

DIVENTA FAN DEL MATTINO
 
DAI LA TUA OPINIONE  
COMMENTI PRESENTI (5)Visualizza tutti i commentiScrivi un commento
Bigazzi docet ...
Bigazzi venne allontanato dalla RAI per aver dato la ricetta veneta del gatto al forno con le patate durante la trasmissione "La provola del cuoco" quindi al nord i gatti li han sempre mangiati ...

Commento inviato il 26-01-2014 alle 20:19 da eddielosvelto

PROBABILMENTE................
quest'uomo avrà origini vicentini....................infatti si dice ...........vicentin magna gatti e verunes tutti matti.................

Commento inviato il 26-01-2014 alle 12:39 da piena

@ gennifer
no coriaceo.Vegetariano.

Commento inviato il 24-01-2014 alle 17:53 da cld44

....e perche' cid44 no ...?
....perche' troppo .....coriaceo....?

Commento inviato il 24-01-2014 alle 17:37 da gennifer

perche' i gatti no
ed i conigli, le pecore, le mucche, i pesci, le vongole ecc. si?

Commento inviato il 24-01-2014 alle 16:19 da cld44

COMMENTI PRESENTI (5)Visualizza tutti i commentiScrivi un commento
Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Se sei già registrato inserisci username e password oppure
registrati ora

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

 
Indietro
Avanti