Esplosione nella palazzina a Milano
Pellicanò condannato all'ergastolo

  • 27
È stato condannato all'ergastolo Giuseppe Pellicanò, il pubblicitario arrestato per aver svitato il tubo del gas della cucina del suo appartamento provocando un'esplosione nella palazzina di via Brioschi a Milano nel giugno 2016 e uccidendo la sua ex compagna Micaela Masella, la coppia di vicini di casa marchigiani, Chiara Magnamassa e Riccardo Maglianesi, e ferendo gravemente le sue due bimbe. Lo ha deciso il gup Chiara Valori nel processo abbreviato.

È di 350mila euro per ogni genitore che nell'esplosione di via Brioschi a Milano ha perso il proprio figlio. La provvisionale, il giudice rimanda comunque a un giudizio in sede civile, è di 350 mila euro per ciascun genitore di Micaela, 400mila euro per ognuna delle due bimbe, 160 euro per la sorella della giovane mamma.

Stessa cifra per la mamma e il papà di Chiara e Riccardo, 160mila euro per il fratello di Chiara. Il totale per le due famiglie colpite dallo scoppio è di oltre 3 milioni di euro. Riconosciuti come parte civile anche alcuni condomini dello stabile a cui va un risarcimento di 3mila euro ciascuno. 
Lunedì 19 Giugno 2017, 13:49 - Ultimo aggiornamento: 20-06-2017 08:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP