«È finita, siamo morti». Noemi, i genitori del 17enne scoprono la confessione del figlio a "Chi l'ha Visto?"

Noemi,
ARTICOLI CORRELATI
Nella prima puntata della stagione, "Chi l'ha Visto?" affronta per primo il caso di Noemi Durini, la ragazza di 16 anni di Specchia, nel Leccese, scomparsa dieci giorni fa e trovata morta in un campo a Castrignano del Capo. Oggi il fidanzato ha ammesso di averla uccisa, forse a colpi di pietra. Durante la trasmissione va in onda l'intervista ai genitori del 17enne che apprendono così della confessione del figlio. "E' finita! Siamo morti!", sono le parole a caldo.



Anche il padre del ragazzo è coinvolto nelle indagini per complicità (sequestro e occultamento di cadavere). Noemi era scomparsa da casa il 3 settembre scorso: l'ultima sua immagine è stata catturata da una telecamera di sorveglianza e risale alle 5 del mattino di quel giorno. Si vede una Fiat 500 bianca sulla quale sale e alla cui guida si trova il fidanzato 17enne che oggi, a 11 giorni dalla scomparsa della ragazzina, ha confessato l'omicidio. Nell'immagine si vede l'utilitaria arrivare e fermarsi in via San Nicola, a Specchia, a poche centinaia di metri da casa della giovane. A bordo ci sono i due fidanzati, con il 17enne al volante della vettura intestata alla madre. 
 
 
 


 
Mercoledì 13 Settembre 2017, 22:53 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2017 23:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-09-14 15:59:55
il loro unico pensiero è stato per la disgrazia capitata a loro, solo parole di accusa e disprezzo per una giovane vita stroncata.cosa poteva uscire da simili egoisti, inumani disecativi insegnamenti?
2017-09-14 09:18:43
L'unico deterrente per queste persone è la condanna a morte. Chi uccide volontariamente deve essere giustiziato. Per queste persone non esiste recupero ne perdono. Metterei in galera anche chi ha sottovalutato , come sempre, le denuce delle violenze

QUICKMAP