Sanremo, esplode una villa: ferito Gabriel Garko, morta una donna

ARTICOLI CORRELATI
0
  • 6547
Esplosione in una villa a Sanremo. E' morta una donna ed è rimasto ferito l'attore Gabriel Garko. Garko, prossimo "valletto" del Festival, è stato ricoverato a Sanremo in seguito a un’esplosione verificatasi nella casa in cui risiedeva. Garko è stato poi dimesso con una prognosi di 10 giorni: il referto medico parla di lieve trauma cranico con escoriazioni diffuse. Il «lieve trauma cranico» di cui si parla nel referto di dimissioni dell'ospedale 'Borea' di Sanremo sarebbe stato determinato dal crollo parziale della controsoffittatura della stanza dove si trovava Garko così come le lievi escoriazioni alle braccia. Garko però non ha lasciato Sanremo, come trapelato in un primo momento.


L'incidente sarebbe avvenuto poco prima delle 9 in villa della Rosa, località Solaro, sulle alture di Sanremo. L'esplosione potrebbe essere stato causata da una fuga di gas. L'attore sarebbe solo sotto choc, secondo i soccorritori. Mentre nell'incidente è morta una donna di 77 anni, probabilmente la padrona di casa. Garko è stato trasportato in ospedale a Sanremo da una ambulanza. I soccorritori hanno raccontato che l'attore è salito da solo.
L'esplosione è avvenuta al secondo piano della villa.  All'interno si trovava anche una collaboratrice di Garko.

Proseguono le indagini dei tecnici dei vigili del fuoco di Sanremo per accertare a dinamica dell'esplosione. I tecnici stanno cercando di capire se l'impianto del gas gpl sia stato a norma o se si siano verificate anomalie che possono aver portato alla perdita di gpl. Intanto i carabinieri hanno sentito sia il costruttore della villetta, realizzata circa 20 anni fa, che il proprietario, figlio dell'anziana deceduta e alcuni testimoni, tra cui lo stesso Garko. L'intera area resta sotto sequestro, compresa la Maserati dell'attore che era parcheggiata proprio sotto la villetta e che verrà quanto prima restituita. 

 

Alle 12,20 Gabriel Garko è stato dimesso dal pronto soccorso dell'ospedale Borea di Sanremo. È rimasta invece illesa la sua assistente personale. Secondo quanto si è appreso, l'attore si recherà ora presso il commissariato, dove verrà interrogato in quanto testimone dell'accaduto. 

«Abbiamo sentito un boato tremendo accompagnato da fumo e fiamme, poi abbiamo visto uscire dalla villa Garko». Lo raccontano tre operai che questa mattina sono stati testimoni dell'esplosione. In una ala della villa non interessata dal crollo era alloggiata anche una assistente di Garko: la donna è rimasta illesa. Intanto la villa, intestata a Lorenzo Noveri, è sotto sequestro. A causare l'esplosione potrebbe essere stato un fornello difettoso della cucina e a innescare lo scoppio sarebbe stata la madre del proprietario, accendendo un fuoco della cucina. La donna, che è stata trovata carbonizzata, era arrivata ieri sera da Torino.

Garko fa parte del cast di Sanremo inseme a Carlo Conti, Madalina Ghenea e Virginia Raffaele. «Garko non ha evidenti segni di trauma, ma abrasioni ed escoriazioni ed è sottoposto ad accertamenti». Lo rende noto la Asl 1 imperiese. L'attore è in cura al pronto soccorso dell'ospedale Borea di Sanremo. 

Il racconto «Abbiamo sentito un boato tremendo accompagnato da fumo e fiamme, poi abbiamo visto uscire dalla villa Garko». Lo raccontano tre operai che questa mattina sono stati testimoni dell'esplosione a «Villa della Rosa», a Sanremo.  Intanto la villa, intestata a Lorenzo Noveri, è sotto sequestro. A causare l'esplosione potrebbe essere stato un fornello difettoso della cucina e a innescare lo scoppio sarebbe stata la madre del proprietario, accendendo
un fuoco della cucina. La donna, che è stata trovata carbonizzata, era arrivata ieri sera da Torino




I testimoni. «Abbiamo sentito un boato tremendo accompagnato da fumo e fiamme, poi abbiamo visto uscire dalla villa Garko». Lo raccontano tre operai che questa mattina sono stati testimoni dell'esplosione a «Villa della Rosa», a Sanremo. In una ala della villa non interessata dal crollo era alloggiata anche una assistente di Garko: la donna è rimasta illesa. Intanto la villa, intestata a Lorenzo Noveri, è sotto sequestro. A causare l'esplosione potrebbe essere stato un fornello difettoso della cucina e a innescare lo scoppio sarebbe stata la madre del proprietario, accendendo un fuoco della cucina. La donna, che è stata trovata carbonizzata, era arrivata ieri sera da Torino.
Lunedì 1 Febbraio 2016, 09:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP