Incendio a Londra, morti Gloria e Marco

ARTICOLI CORRELATI
5
  • 5859
È finita anche la speranza adesso: Gloria Trevisan e Marco Gottardi, i due fidanzati veneti rimasti intrappolati nell'incendio della Grenfell Tower di Londra, non sono più nella lista dei dispersi, ma in quella delle vittime. L'ufficialità, attesa ma terribile, è arrivata nel pomeriggio nelle case delle due famiglie, a Camposampiero (Padova) e San Stino di Livenza (Venezia), con una telefonata della Farnesina. È stato l'avvocato della famiglia Trevisan, Maria Cristina Sandrin, a comunicarlo. «Chiediamo a questo punto che vengano spenti i microfoni e le telecamere su questa vicenda e che venga rispettato il dolore di queste due famiglie», ha detto il legale. E poco l'ulteriore conferma  della Farnesina: «Per le autorità britanniche la lista dei dispersi è ormai divenuta la lista delle vittime e i nomi di Gloria Trevisan e Marco Gottardi risultano nell'elenco».
 
 


Un esito sul quale ormai non c'erano più dubbi già da ieri, quando i pompieri della capitale britannica avevano confermato che non c'erano più possibilità di trovare persone vive tra le macerie del grattacielo di North Kensington. Marco e Gloria, 27 e 28 anni, architetti, abitavano al 23/o e penultimo piano della torre, e quella tragica notte hanno capito subito che la loro sarebbe stata una trappola mortale. Al telefono, così, hanno raccontato ai genitori in una sorta di diretta disperata la paura per le fiamme che si avvicinavano, e li hanno salutati per l'ultima volta. «Ho sentito la registrazione della telefonata di Gloria alla mamma.

Le dice grazie per quello che ha fatto per lei. Stavano dandosi un addio» aveva spiegato ancora ieri l'avvocato Maria Cristina Sandrin. Telefonate angoscianti, difficili da sopportare, ha aggiunto il legale, nelle quali Gloria ha spiegato ai genitori che da quell'appartamento non avrebbero potuto scappare. «Sto per andare in cielo...» sarebbe stata una delle ultime frasi della ragazza. Il papà di Gloria ha registrato alcuni di questi file, poi consegnati all'avvocato Sandrin. Stasera a Camposampiero è stata organizzata una veglia di preghiera, nella speranza che da Londra potesse ancora arrivare la notizia di un miracolo per i due fidanzati veneti. Ma la mamma e il papà di Gloria, Emanuela e Loris, non ce l'hanno fatta a farsi vedere. Il loro dramma si era già consumato.
Venerdì 16 Giugno 2017, 21:00 - Ultimo aggiornamento: 18-06-2017 09:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2017-06-17 12:07:55
Non credo nell'aldilà ma credo fermamente che in vita ciascuno di noi possa fare molto per aiutare il prossimo. Per esempio, per ogni giovane italiano che, nonostante titoli accademici elevati, è costretto ad emigrare all'estero per avere un reddito dignitoso e non per sopravvivere con qualche centinaio di euro (di solito in nero) che gli propongono in Italia, ebbene chiedo a ciascun italiano di mettere in piedi una class action contro il governo italiano, che costringe i suoi cittadini più giovani a subire tutto quello che patiscono quando diventano emigranti.
2017-06-18 10:51:28
sei troppo socialista purtroppo il mondo non funziona cosi' le class action non servono a Nulla! soltanto ad arricchire gli avvocati, Il rogo e' successo perche' chi ha costruito quell grattacielo ha usato materiali scadente non adatti per un grattacielo di tanti piani, L italia non centra nulla piuttosto scrivi al Governo Inglese per il tuo lamento Il Problema non e' l Italia e' dell Europa Unita che non funziona e che non funzionera' mai! Il problema e' della Fornero Il problema e' che tutti in italia vogliono essere laureati ed alla fine L Italia deve assumere mano d opera straniera per lavori manuali, Il problema e' che adesso non si produce in Italia ma si compra dalla Cina , allora se non ti piace tutto questo te ne vai altrove come ho fatto io. Infondo il Sole non splende solo in italia perche' insistere? non esiste piu; il lavoro sotto cosa come 30 anni fa adesso se vuoi lavorare devi partire anche mio marito dal Kansas laureato e' dovuto partire per il Texas 9 ore di auto lontano dai suoi....qui negli States e' normale che giri da uno stato all altro per lavoro ... allora anche mio marito e' un cervello in fuga? hahah ma se lui non lo usa proprio il cervello I cervelli in fuga ....mi fate ridere... Condoglianze alla famiglia di questi due giovani.
2017-06-17 08:15:32
Mi dispiace molto. Sono con la famiglia di questi giovani buoni e coraggiosi. Perché sono andati via per aiutare la famiglia e questo li rende buoni. Perché ci vuole coraggio per scegliere di andare a vivere in un paese che non è tuo, lasciare tutti per avere possibilità di creare qualcosa insieme. RIP entrambi e tutte le altre vittime.
2017-06-16 23:35:04
Come sono belli. Ci sono due angeli in più in paradiso.
2017-06-16 21:21:39
Chissa' se le famiglie di questi due ragazzi ritroveranno la Pace .....spero tanto di si' ; Riposate in Pace , ragazzi

QUICKMAP