Quebec, vietato scrivere pasta
nel menu dei ristoranti

A un ristoratore italiano di Montreal imposto di usare solo termini francesi. Unica eccezione: pizza
di Luciano Pignataro
A+ A- Stampa
I francesi, si sa, parlano solo francese. A parte i produttori di vino che per uscire dalla crisi hanno dovuto imparare l'inglese per comunicare con cinesi e indiani. Ma per le lingue considerate minori sono dolori. in Quebec, dove è in gioco l'identità assediata dagli anglofoni, a un ristoratore italiano è stato imposto il menu francese. Pasta, calamari, antipasto: sia sa, le due lingue del buon mangiare sonon il francese e l'italiano. Massimo Lecas, patròn del ristorante Buonanotte, uno dei più accorsati di Montreal, dopo il reclamo di un cliente dell'accademia per la difesa della lingua che ha chiesto l'applicazione della legge, ha dovuto usare solo i termini francesi eliminando persino pasta.

La vicenda, talmente paradossale, ha fatto il giro del web e anche i puristi ci hanno riso su. Ma di fatto Lecas per restare aperto ha dovuto obbedire.

Certo fa impressione questa precisione linguistica quando forse ci sarebbero tante altre cose di cui occuparsi. Anche perché simili misure sono come svuotare il mare: impossibile frenare la circolazione di uomini, idee e parole.

Chissà come si tradurrà mozzarella, parmigiano, pesto...Perché una cosa è sicura: i clienti continueranno a chiedere: pasta, pasta e ancora pasta.
Intanto possiamo pensare ad una ritorsione: ad esempio vietare la parola Champagne e sostituirla con Bollicine francesi....:-)
giovedì 21 febbraio 2013 - 18:13
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?

CONDIVIDI L'ARTICOLO

DIVENTA FAN DEL MATTINO
 
Indietro
Avanti