Scambiati in culla all'ospedale, i genitori
se ne accorgono dopo 5 mesi

0
Scambiati in culla dalla nascita tornano dalle loro famiglie dopo 5 mesi. Liam e Mateo, a causa di un terribile errore nell'ospedale di Arequipa, nel sud del Perù, hanno rischiato di crescere lontani dalle loro famiglie dopo essere stati scambiati nelle culle del nido.



Per mesi nessuno si è reso conto di quanto fosse accaduto fino a quando un papà ha chiesto di fare un test del DNA notando poca somiglianza con il figlio. Il dubbio all'uomo è venuto credendo si potesse trattare del compagno precedente della moglie, in realtà è emersa una vicenda ben più contorta.

Si è scoperto che il figlio in realtà non era di nessuno dei due, così accertato l'errore dell'ospedale si è proceduto con altri test del DNA. Lo stesso giorno, il 25 aprile, nell'ospedale erano nati  altri 11 bambini ma solo sei coppie hanno accettato di sottoporsi a test.

Servizi sociali e psicologi hanno aiutato la coppia ha ristabilire un contatto con i figli biologici e sono state avviate le carte per lo scambio. Ora però, come riporta anche la stampa locale, l'ospedale rischia seri provvediemnti legali. 
Venerdì 23 Settembre 2016, 19:01 - Ultimo aggiornamento: 23-09-2016 20:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP