Usa, bimbo autistico trascinato per i piedi da due insegnanti: la madre pubblica il video

di Federica Macagnone

2
  • 4098
Prelevato a forza da un'insegnante e da un'assistente della scuola, strattonato e trascinato lungo i corridoi dell'istituto, umiliato davanti a tutti. Sono stati momenti scioccanti quelli vissuti l'8 maggio scorso da Corbin Kemle, un bimbo autistico di sette anni di Crestline, nell'Ohio, che si era reso colpevole di aver morso un membro del personale. Momenti che sono stati registrati dalla telecamera di sicurezza della scuola e che la madre del piccolo, Bonnie McKean, ha deciso ora di pubblicare su Facebook per rendere di pubblico dominio il comportamento delle due donne nei confronti del figlio: il video è diventato ben presto virale ed è stato visualizzato oltre 110mila volte. 


«È sbagliato il modo in cui hanno trattato Corbin - ha detto Bonnie - Senza tener minimamente conto della sua condizione, non ci hanno pensato due volte a strattonarlo e a trascinarlo lungo il pavimento dei corridoi». La docente e l'assistente sono state messe in congedo amministrativo retribuito, ma non sono state incriminate: il loro caso è stato rimesso nelle mani del Consiglio di disciplina del sistema scolastico dell'Ohio.

L'incidente aveva preso il via da un morso dato da Corbin a un membro del personale nel parco giochi. Come si vede nel filmato, dopo averlo prelevato, la docente e l'assistente lo hanno portato dentro l'istituto strattonandolo e, visto che il ragazzino opponeva resistenza e si rifiutava di camminare, lo hanno trascinato e poi sollevato tenendolo l'una per le gambe e l'altra per le braccia: immobilizzato e impotente, Corbin ha affrontato così il tragitto più umiliante della sua vita lungo i corridoi della scuola.
Domenica 13 Agosto 2017, 17:36 - Ultimo aggiornamento: 14-08-2017 14:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-08-14 10:32:40
Chi ha questi problemi deve avere un assistente sanitario H24.
2017-08-13 19:41:30
Non è giustificabile quello che mostra il filmato, in nessun modo. Quello che però molti ignorano è che gli autistici gravi hanno delle crisi in cui diventano estremamente aggressivi contro se stessi e contro gli altri.. in questi casi bisogna contenerli, anche con la forza, per impedire che si facciano o facciano del male. La bambina che avevo in classe qualche anno fa cercava di picchiare la testa contro il muro o mordeva a sangue insegnanti, compagni e bidelli. La collega di sostegno era sempre piena di lividi e segni di morsi e spesso occorrevano tre adulti per tenere la bambina lontana dal muro. L'alunna ha cambiato 5 insegnanti in 5 anni di scuola primaria perchè ogni anno la collega di turno chiedeva il trasferimento. Non è semplice gestire questi bambini che sono adorabili quando sono tranquilli, ma, durante le crisi, sono davvero problematici. In Italia la legge dice che il bambino va contenuto è messo in sicurezza in attesa dei genitori o del medico, ma come ottenere questo risultato è solo un problema dei docenti che possono trovarsi "cornuti e mazziati" perchè i genitori pretendono dei risultati che essi stessi non riescono a raggiungere.

QUICKMAP