Cancellata la condanna di Berlusconi e Lavitola: reati prescritti per la compravendita dei senatori

di Leandro Del Gaudio

  • 206
A distanza di due anni dalla condanna in primo grado, arriva per Silvio Berlusconi e Valter Lavitola, accusati di concorso in corruzione per la cosiddetta compravendita dei senatori tra il 2006 e il 2008, il colpo di spugna della prescrizione. Cancellata una condanna a tre anni di reclusione per corruzione che era stata inflitta dalla quarta penale a luglio del 2015. È stato il giudice Mirra (giudice a latere Rovida) a disporre una sorta di nulla di fatto, di fronte alla mannaia della prescrizione: è stato dichiarato il non luogo a procedere per l'estinzione del reato. L'ex premier è difeso dagli avvocati Michele Cerabona e Niccolò Ghedini, mentre gli avvocati Franco Coppi e Bruno Larosa hanno assistito Forza Italia; gli avvocati Sergio Cola e Marianna Febbraio difendono Lavitola.
Giovedì 20 Aprile 2017, 16:36 - Ultimo aggiornamento: 21-04-2017 08:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP