Artrite reumatoide: diagnosi precoce
per contrastare una malattia poco nota

A+ A- Stampa
Sono ben 23mila le donne campane che soffrono di artrite reumatoide. E serve essere informati per arrivare ad una diagnosi precoce con terapie efficaci per contrastare una malattia ancora poco conosciuta.

Sono i temi che sono stati affrontati in “Donne per le donne: sguardi di donne sull’artrite reumatoide” in incontro tenutosi presso la Seconda Università di Napoli con la collaborazione dell’Unità Operativa di Reumatologia SUN e il sostegno incondizionato di Roche

L’artrite reumatoide, colpisce circa 300 mila italiani, di cui quasi il 75% sono donne in età compresa tra i 35 e i 50 anni, con un rapporto di 3 a 1 rispetto agli uomini. Solo in Campania ne sono affetti in 35 mila di cui 23 mila donne.

Il quadro emerso sottolinea come possa essere difficile e ancora più invalidante vivere una vita di qualità se le protagoniste sono le donne, infatti, a causa di questa patologia, sono costrette ogni giorno a confrontarsi con una realtà molto dura come la possibilità di dover rinunciare alla maternità, di vivere con difficoltà la propria sessualità, svegliarsi con rigidità e funzionalità articolare compromessa e convivere con il dolore cronico.

L’Unità operativa di Reumatologia SUN di Napoli, in questo contesto, rappresenta un centro d’eccellenza e punto di riferimento importante per la città e per l’intera regione grazie ad un team multidisciplinare, composto da reumatologi, psicologi, psichiatri, endocrinologi e chirurghi, che assiste i pazienti affetti da patologie reumatiche in tutti i diversi aspetti della malattia.
martedì 12 febbraio 2013 - 21:28
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?

CONDIVIDI L'ARTICOLO

DIVENTA FAN DEL MATTINO
 
Indietro
Avanti