Roma, incastrata nelle porte della metro a Termini e trascinata: la donna ha fratture multipple

ARTICOLI CORRELATI
0
  • 507
È ricoverata all’ospedale San Giovanni la donna 43 enne di nazionalità bielorussa che ieri sera è rimasta ferita alla stazione Termini mentre tentava di prendere un treno della metro B direzione Laurentina. Secondo quanto si apprende la donna ha fratture in tutto il corpo ma non è in pericolo di vita. Secondo quanto ricostruito, mentre la 43enne stava tentando di salire al volo sull’ultimo vagone della metro le porte si sono chiuse trattenendo all’interno le buste della spesa che la donna aveva infilate sul braccio. Rimasta bloccata è poi stata trascinata dal treno fino a cadere. Secondo quanto si apprende sarebbe stata soccorsa sui binari. 

Il treno si è fermato alla stazione successiva, Cavour, dove il macchinista è sceso per capire il motivo per cui era stato azionato il sistema d’allarme. I passeggeri visibilmente preoccupati per la donna hanno spiegato la dinamica dell’incidente mostrandogli all’interno del vagone le buste di plastica con i manici strappati. «Abbiamo azionato i sistemi di allarme, tre diversi, - hanno spiegato alcuni passeggeri al macchinista - perché il treno non si è fermato?». «Se una persona rimane incastrata nelle porte - ha risposto il conducente - il sistema si blocca. Perciò non c’era nessuno tra le porte. Inoltre quello è un allarme non un freno, perciò mi sono fermato alla stazione successiva per vedere cosa era successo». Il treno è stato prima evacuato con un avviso audio e poi è stato comunicato che la tratta era stata sospesa per soccorso a passeggero. Sul posto è intervenuta la Polizia che ha sentito il macchinista e recuperato le buste.
Giovedì 13 Luglio 2017, 10:59 - Ultimo aggiornamento: 13-07-2017 11:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP