Lo scienziato Fasano: «C'era una volta l'America, ora a Salerno ricerca di qualità»

di Basilio Puoti

SALERNO - L’american dream a Salerno. I giovani ricercatori avranno le stesse opportunitÓ, dei loro colleghi d’oltreoceano, di fare ricerca di qualitÓ. Ma a casa propria. L’idea Ŕ venuta ad Alessio Fasano, direttore scientifico di Ebris (Istituto europeo di ricerche biomediche Salerno), situato nell’ex convento di San Nicola della Palma, premiato con la massima onorificenza rotariana, il źPaul Harris Fellow╗.

Nato a Salerno nel 1956, Fasano ├Ę professore ordinario di pediatria all’Harvard Medical School e direttore del centro di ricerca sulla celiachia del Massachusetts General Hospital for Children di Boston. ┬źA giugno Ebris sar├á pienamente operativo – annuncia Fasano - L’istituto lavorer├á, su alcune malattie genetiche e sulla loro correlazione con l’ambiente, in stretta collaborazione con l’azienda ospedaliera S. Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona, le universit├á di Salerno e Harvard, e con il mondo imprenditoriale. Vogliamo creare un ambiente unico per lo sviluppo scientifico, uno spazio ideale per far crescere i giovani ricercatori, affinch├ę possano realizzarsi qui, senza dover ad andar via┬╗.








Luned├Č 10 Febbraio 2014, 00:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP