Milionari, arriva il film sulla sanguinosa «Faida di Scampia»

di ​Diego Del Pozzo

La faida di camorra che una decina d’anni fa insanguinò Secondigliano, Scampia e la periferia settentrionale di Napoli arriva nei cinema italiani, dall’11 febbraio con distribuzione di Europictures, grazie al nuovo film di Alessandro Piva, “Milionari”, nel quale il regista pugliese di origini salernitane ripercorre oltre un trentennio di storia criminale partenopea, con stile e toni che guardano più ai gangster movies americani che al cinema d’impegno civile italiano.

Nel cast corale, accanto ai due protagonisti Francesco Scianna e Valentina Lodovini, cioè il boss Marcello Cavani detto Alèndelòn (che il giovane Daniele Boccarusso interpreta da ragazzo) e sua moglie Rosaria, spiccano gli ottimi Gianfranco Gallo e Salvatore Striano, schierati sui lati contrapposti di una faida di camorra che, traendo ispirazione dal libro omonimo del pm della Direzione distrettuale antimafia partenopea Luigi Alberto Cannavale e del giornalista Giacomo Sensini, si rifà (cambiando i nomi dei personaggi) a quella che, tra ottobre 2004 e settembre 2005, vide coinvolti il clan del boss Paolo Di Lauro (detto Ciruzzo ‘o milionario) e i cosiddetti scissionisti, provocando oltre 70 morti.

“La lavorazione – spiega il regista Alessandro Piva – è stata lunga e travagliata, anche perché abbiamo dovuto ricostruire varie epoche della città, lungo un arco cronologico compreso tra il 1978 e il 2007, con un impegno notevole da parte degli scenografi, dei costumisti e dei truccatori, molto bravi nell’invecchiare i personaggi man mano che facevamo trascorrere il tempo. Il mio – conclude Piva – è soprattutto un film di attori, dai quali ho ottenuto il massimo in termini di coinvolgimento e disponibilità”.
Mercoledì 20 Gennaio 2016, 17:38 - Ultimo aggiornamento: 23-01-2016 11:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA



QUICKMAP