Bocelli incontra i giovani amatriciani: «Tornerò presto a mangiare un'amatriciana con voi»

La preside Pitoni e i giovani amatricinai insieme a Bocelli
di Lorenzo Quirini

RIETI - Da quel 24 agosto lo spirito di solidarietà nei confronti delle popolazioni colpite dal sisma non si è mai spento. Anche dal mondo dello spettacolo sono arrivati numerosi gesti di affetto e aiuti, attraverso importanti donazioni e varie iniziative. Tra i tanti artisti che si sono spesi in questo senso, spicca il nome di Andrea Bocelli, che lo scorso anno si è esibito ad Amatrice reinterpretando l’”Ave Maria” di Schubert, e che ancora oggi continua il suo impegno sociale in Italia e in tutto il mondo grazie alla “Andrea Bocelli Foundation”, associazione vicina ai più bisognosi.

Proprio lo scorso sabato, l’artista toscano ha incontrato un gruppo di ragazzi amatriciani, accompagnati dalla preside Maria Rita Pitoni, in un noto hotel della capitale. Un appuntamento fortemente voluto da Bocelli, che ha espressamente chiesto di conoscere dei giovani di Amatrice, i quali hanno donato al cantante la felpa del loro paese. «Tornerò presto a mangiare un’amatriciana con voi» ha promesso il maestro prima di salutare calorosamente il gruppo.

Ma nell’hotel, Bocelli non è stato il solo a voler conoscere i ragazzi. Anche i membri della band inglese  “The London Essentials”, hanno voluto accoglierli con la loro musica e la loro allegria, offrendo un piccolo live sulla terrazza dell’edificio e regalando tante emozioni ai presenti, che sicuramente non dimenticheranno questa giornata.

«Ringrazio tutte le persone che riescono a far sorridere i miei studenti dando loro la possibilità di fare esperienze uniche» dichiara la preside Pitoni, altro punto di riferimento per tutti i ragazzi di Amatrice. 
Lunedì 11 Settembre 2017, 11:51 - Ultimo aggiornamento: 11-09-2017 13:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP