Alessandro Preziosi e Antonio Capuano al Festival Campus

Riprende con “Festival Campus. Dal testo alla scena”, la collaborazione tra il Master in Drammaturgia e Cinematografia, coordinato da Pasquale Sabbatino presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Ateneo federiciano, e il Napoli Teatro Festival Italia, diretto da Ruggero Cappuccio e organizzato dalla Fondazione Campania dei Festival presieduta da Luigi Grispello. Protagonisti dell’incontro, mercoledì 17 maggio (alle ore 11, presso l’Aula Magna Piovani dell’Università degli Studi di Napoli Federico II in via Porta di Massa 1), il regista Antonio Capuano e l’attore Alessandro Preziosi, impegnati con due anteprime assolute nella decima edizione del NTFI2017.

Capuano propone la regia e la riscrittura di “Le serve”, un atto unico di Jean Genet del 1946, mentre Preziosi è il protagonista di “Vincent Van Gogh. L’odore assordante del bianco” di Stefano Massini per regia Alessandro Maggi.
In occasione dell’incontro, sarà presentata agli studenti la decima edizione della manifestazione, le sue peculiarità e l’intero progetto culturale. I lavori, aperti dai saluti di Gaetano Manfredi (Rettore della Federico II), Arturo De Vivo (Prorettore),  Edoardo Massimilla (Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici), saranno introdotti dalla regista Nadia Baldi, consulente della direzione artistica del festival, e dal prof. Pasquale Sabbatino, con la partecipazione del prof. Francesco De Cristofaro. Anche quest’anno, per tutti gli spettacoli in programma, gli specializzandi del Master, in qualità di critici teatrali, saranno impegnati nella realizzazione di un “diario di bordo critico”, quale occasione di formazione culturale e professionale, ospitato sul sito ufficiale del NTFI in un blog dedicato.

“Questo nuovo incontro – sottolinea Nadia Baldi -  riafferma il carattere di ricerca viva sul territorio che è proprio del Festival, e si inserisce anch’esso in una dimensione laboratoriale, che favorirà il coinvolgimento attivo degli studenti, alimentando la consapevolezza generale circa il lavoro teatrale come alto artigianato e la riflessione critica sulle tematiche riguardanti il testo scenico e il rapporto tra la scena e la scrittura”.

«Il Festival e l’Ateneo federiciano – dichiara Pasquale Sabbatino – hanno sempre costruito un rapporto di proficua collaborazione, lavorando di volta in volta intorno alla scrittura per la scena e alla rappresentazione teatrale, dialogando con autori, registi e attori, interrogandosi sulla funzione della critica. L’obiettivo primario del Master di formare la nuova generazione di drammaturghi e critici passa necessariamente attraverso il duplice e dinamico passaggio del teatro senza sipario dentro le aule universitarie e l’auspicabile e stimolante frequentazione delle sale teatrali da parte degli studenti e delle nuove generazioni. Una sfida per costruire nel presente il futuro del teatro e della ricerca».

Per informazioni e contatti:
Master Drammaturgia Cinematografia: infocriticateatrale@unina.it   www.drammaturgiacinematografia.unina.it ; NTFI2017: promozione@napoliteatrofestival.it    www.napoliteatrofestival.it
Martedì 16 Maggio 2017, 13:48 - Ultimo aggiornamento: 16-05-2017 13:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP