Boncompagni, Ambra Angiolini: «Sono distrutta, Gianni è ovunque»

Ambra e Boncompagni
di Federica Macagnone

0
  • 915
Una foto, poche parole e un pensiero all'uomo che le ha cambiato l'esistenza. Ambra Angiolini si dice «distrutta» e affida a Instagram il ricordo di Gianni Boncompagni, ideatore e regista, tra l'altro, di quel “Non è la RAI” che la rese una celebrità del piccolo schermo.
 
 

Ambra lo ha voluto ricordare con una foto ai tempi del programma che la consacrò la 15enne più famosa della tv all'inizio degli anni '90. «Se n'è andato il giorno di Pasqua - ha scritto l'attrice sul social - È stato un genio anche nel salutarci. Grazie da una ragazzina normale che tu hai fatto in modo che crescesse con il coraggio di essere diversa da tutto, nel bene e nel male. Sei ovunque».

La carriera televisiva di Ambra spiccò il volo proprio a fianco di Boncompagni quando, dopo aver esordito appena quindicenne nel programma Mediaset Bulli & Pupe (sempre sotto la sua regia), debuttò nella stagione 1992/1993 a “Non è la RAI”, programma diventato un cult e che le assicurò un'enorme popolarità. Durante la trasmissione intraprese anche una carriera da cantante: restano celebri T'appartengo e L'ascensore. 
Domenica 16 Aprile 2017, 18:48 - Ultimo aggiornamento: 16-04-2017 19:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP