«Faccia da fiction», Gianni Morandi torna in tv con “L'isola di Pietro”

di Donatella Aragozzini

Era il 1998 quando Gianni Morandi recitò nella miniserie La forza dell'amore. Ora, dopo quasi vent'anni passati a fare tutt'altro, dal cantante al conduttore, l'eterno giovanotto di Monghidoro torna protagonista di una fiction drammatica e piena di suspense, L'isola di Pietro, 6 puntate in onda da domenica 24 settembre in prima serata su Canale 5. Prodotta da Lux Vide e diretta da Umberto Canterani, la serie è ambientata a Carloforte e vede Morandi nei panni di un pediatra vedovo, punto di riferimento per la piccola comunità che vive sull'isola sarda al largo di Sant'Antioco, con una figlia trentenne interpretata da Chiara Baschetti che alla morte della madre, 15 anni prima, si è trasferita a Milano senza più fare ritorno, per una ragione che nemmeno il padre conosce. 

«È un grande orgoglio e una grande emozione avere di nuovo tra noi un artista così ha detto il direttore di rete Giancarlo Scheri andare in onda in una serata senza la fiction su un'altra rete generalista potrebbe essere, per noi, una buona opportunità. Puntiamo su una grandissima star, di alto profilo, dove c'è voglia di racconto, perché la gente ha voglia di vedere raccontate delle belle storie». «I primi giorni ero un po' preoccupato, era da parecchio che non recitavo confessa Morandi in questi 20 anni ho fatto molte cose, molti dischi, c'è stato Sanremo di mezzo. Questo era il momento giusto per riprovarci, credo di avere la faccia giusta per una fiction come questa, una faccia vissuta. Sono quasi più credibile di venti anni fa». 

La presentazione della serie è stata occasione anche per commentare la decisione della Rai di affidare il prossimo Festival a Claudio Baglioni, che con lui ha condiviso l'avventura di Capitani coraggiosi. «Una scelta straordinaria l'ha definita Baglioni è una persona intelligente, preparatissima, un grande artista. Dopo tre anni di Conti e Fazio è la scelta migliore, sono davvero contento per lui e gli faccio tanti auguri. Farà un grande lavoro». Esclusa, però, l'ipotesi di salire sul palco dell'Ariston come conduttore insieme al cantautore: «Ho già tanto da fare... Se però una sera mi chiama come ospite, certo che andrò».
Venerdì 22 Settembre 2017, 10:22 - Ultimo aggiornamento: 22-09-2017 12:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP