Pamela Prati, confessione dalla D'Urso: «Ecco cosa mi disse Anita Ekberg»

Pamela Prati, confessione dalla D'Urso:
ARTICOLI CORRELATI
di Valeria Arnaldi

«Facevo la commessa in un negozio di via della Croce. Entrarono Alberto Tarallo e Anita Ekberg e dissero: questa ragazza non può lavorare qui, è troppo carina. E così è iniziato tutto. Io sognavo questo mondo da ragazzina».

Pamela Prati si racconta a Domenica Live, ospite di Barbara D'Urso, ripercorrendo, anche con le immagini, i momenti salienti della sua carriera, dall’esordio appunto, ai balletti per il Bagaglino, fino al Grande Fratello.


3244944_1658_foto_pamela_pratiok_1_.jpg


«Soffro di claustrofobia, non erano scenate le mienella casa del Grande Fratello. Quando ho chiesto di chiamarmi un taxi, non sapendo come fare per andare via, la frase è diventata un hashtag , ma io non ho la patente. Non ho detto: chiamatemi un autista, volevo un taxi perché non sapevo come tornare».
Un ricordo emozionato per la madre.

«Lei è stata la mia eroina, era una donna molto forte. Quando ho iniziato a guadagnare, le ho ricomprato la casa che aveva venduto per mantenere me e i miei fratelli. L’ho bendata e poi l’ho portata a casa e le ho detto: guarda, è tua. Era felicissima, finalmente aveva di nuovo la sua casa». 
Domenica 17 Settembre 2017, 17:16 - Ultimo aggiornamento: 17-09-2017 17:21


QUICKMAP