Facebook non protegge la privacy: maxi-multa in Spagna

Facebook ha collezionato i dati personali degli utenti in Spagna, senza ottenere il loro consenso e senza informarli in che modo avrebbe utilizzato quanto raccolto. Per questo motivo l'agenzia per la protezione dei dati spagnola ha sanzionato il social network con una maxi multa da 1,2 milioni di euro. La ragione? Ha fallito nel proteggere le informazioni degli utenti dalle grinfie dei pubblicitari. 

«Facebook colleziona dati su ideologia, sesso, credenze religiose, gusti personali e cronologia di navigazione», scrivono in una nota. Non solo, le loro policy sulla privacy contengono «termini generici e poco chiari» e non collezionano adeguatamente il consenso sia dei propri utenti che non utenti: «una grave violazione», precisano.

Una maxi-multa, certo, ma niente se equiparato ai ricavi che il social network fa grazie alla pubblicità: 9.2 miliardi nel secondo trimeste, soprattutto da video da mobile e vendite.
Lunedì 11 Settembre 2017, 21:16 - Ultimo aggiornamento: 11-09-2017 22:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP