Simula una rapina, poi si pente e racconta la verità dopo due mesi

Una donna di 66 anni è stata denunciata dai carabinieri della stazione di Aquilonia per simulazione di reato. Lo scorso giugno aveva allertato i militari dell'Arma dichiarando di essere stata vittima di una rapina ad opera di due uomini che avevano fatto irruzione nella sua abitazione. La signora aveva raccontato di essere stata imbavagliata e condotta all’interno della camera da letto. Qui i malviventi avrebbero fatto razzia di contanti e gioielli. Le immediate indagini avviate dai carabinieri della compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi hanno permesso di individuare sin da subito alcuni elementi poco chiari nell’ambito dell’intera vicenda narrata dalla vittima. La 66enne, dopo diversi colloqui avuti con gli investigatori, ha poi deciso di raccontare tutta la verità, dichiarando ai militari che la rapina non si è mai verificata ma è stato frutto della sua immaginazione.

Leggi l'articolo completo su Il Mattino
Outbrain